Smart Pizza

AZIENDA

Smart Pizza è un distributore di nuovissima generazione costruito con degli elementi di qualità industriale.  Un materiale affidabile che vi aprirà la via verso un un’attività moderna e efficace della vostra impresa.  Smart Pizza è molto di più di un distributore automatico, è un distributore autosufficiente.  Infatti esegue delle funzioni quotidiane che sono per voi ripetitive.  Dopo la configurazione del metodo di lavoro, Smart Pizza sarà il vostro amico di tutti i giorni. 

 

API Tech

È molto importante conoscere bene il produttore del vostro distributore: deve fornire varie garanzie.  Abbiamo ideato Smart Pizza partendo da specifiche tecniche rigorose di cui i primi due titoli erano: Affidabilità e Facilità Incredibilmente, queste due procedono di pari passo.  Più una macchina è ben ideata più sarà affidabile, la conseguenza è che finalmente la macchina è facile da usare e gestire.  Da oltre 13 anni, Api Tech gestisce dei distributori automatici nel settore industriale.  I vincoli sono tali che l’approssimazione non è autorizzata.  Alcuni dei nostri elementi sono a tenuta di gas, altri elementi elettrici sono resistenti all'acqua, un metro sott’acqua!  Le cinghie sono usare in ambiente industriale in condizioni che il vostro Smart Pizza non affronterà mai.  Alcune guide lineari a cinghia hanno una durata stimata dal produttore di 53 anni.  Adesso vi rivelo un segreto: l’affidabilità è redditizia a lungo termine.  Da poco, API Tech fa parte del Groupe Mentor che li dà i mezzi per i suoi obbiettivi e la stabilità necessaria per la sua attività. API Tech è lieto di fornirvi tutte queste garanzie per avvalorare la vostra decisione.

 

ECONOMIA E MERCATO

Un mercato in continuo sviluppo

Dopo gli USA, la Francia è il secondo mercato della pizza con 819 milioni di pizze vendute e un volume d’affari di 6,5 miliardi di Euro nel 2015.  D'altro canto, la Francia è il primo mercato della distribuzione automatica delle pizze con il maggior numero di apparecchi usati!

+ 55% d’aumento delle vendite di pizze con i distributori delle pizze

Con oltre 250 distributori, le vendite delle pizze nei distributori aumentarono del 55% nel 2014 e 2015. Le pizzerie creano delle reti di 3,4,5, fino a 9 distributori. Nel 2016, riveliamo che il 5% dei proprietari dei distributori delle pizze hanno più macchine. I consumatori si rivolgono verso questa nuova modalità di consumo che unisce velocità, libertà e convivialità. Vogliono accedere in ogni momento alle pizze fresche e tradizionali delle pizzerie artigianali. Smart Pizza risponde perfettamente a questa nuova domanda che si è trasformata in pochi anni in un mercato con uno sviluppo esponenziale!

 

I numeri chiavi della pizza

Il mercato della pizza è un enorme mercato in Francia. Il 2° al mondo per la precisione, dietro agli Stati Uniti. Ogni anno, si vendono 819 milioni di pizze in Francia (29 pizze consumate al secondo e solo in Francia ...).

  • 10 chili di pizze consumate in Francia, l’anno e per abitante, contro solo 5 in Italia, 4 in Germania e 13 negli Stati Uniti.
  • 328.000 tonnellate di pizze consumate in Francia ogni anno.
  • 30 miliardi di pizze consumate nel mondo, ogni anno.
  • Soltanto in Francia, si degustano 1,22 miliardi di pizze.
  • 15.287 pizzerie in Francia nel 2011.
  • 6,5 miliardi - il volume d’affari in Euro gestiti sul mercato delle pizze in Francia, in media ogni anno.
  • 819 milioni - le pizze consumate in Francia nel 2015, per un volume d’affari di quasi 6 miliardi di Euro.
  • 18% - del volume d’affari di una pizzeria dedicata all’acquisto delle materie prime (contro il 25% per un ristorante classico).
  • 43% - La percentuale di persone che pensano che le pubblicità sulle scatole delle pizze siano originali. Il 30% pensa che siano interessanti e il 9% pensa che siano irritanti.
  • 38% - delle persone che conservano i resti della pizza per più di un giorno! Il 47% - le conservano mezza giornata mentre il 15% li buttano entro un’ora.
  • 47% - dei consumatori che lasciano la pizza nella scatola di cartone mentre la mangiano. Il 42% - usano i piatti e solo il 11% la mettono in un piatto.
  • 21.000 - La somma totale dei punti vendita che commercializzano le pizze in Francia (ristoranti, chioschi, punti di consegna, camion-pizza...).
  • 88% - dei ristoratori che hanno sviluppato le ricette delle pizze dall’inizio delle attività delle loro pizzerie.
  • 38% - delle pizzerie o i ristoranti italiani che propongono un’offerta da asporto come attività secondaria.
  • 89% - pizzerias / restaurants italiens en France qui ne proposent pas de pizzas à la part (ce qui signifie que seulement
  • ’11% di loro le propongono). Un evidente divario con le pizzerie italiane o americano che sono una vera cultura della pizza al taglio.
  • 92% - dei consumatori la cui attenzione principale in materia di pizza è la qualità. Il 42% cercano l’originalità mentre il 24% vuole consumare la pizza meno cara.
  • 80% - de volume d’affari realizzato in Francia dalle pizzerie su 4 ricette faro: Regina, Margherita, Calzone e Orientale.
  • 22.372 - le aziende dedicate alla pizza in Francia di cui1878 unità di consegna a domicilio e 207 chioschi.
  • 5.000 - camion-pizza censiti in Francia nel 2011.
  • 31 cm - la misura media di una pizza venduta nelle attività commerciali in Francia (contro 32 cm nel 2012).
  • 6,28 € - Il prezzo medio di una pizza in Francia nel 2015.  Costa di più in un ristorante italiano: 10,54 €. Da asporto, la pizza costa in media 10,07 €.  Ma è la consegna che fa esplodere il prezzo: 12,10 €!
  • 10% - delle pizze sono vendite ad asporto o consegnate: camion, distributori, consegna ...  I supermercati prendono il 24% delle vendite e la pizza nella ristorazione collettiva rappresenta il 15% del mercato.